Fare politica sui Social Media rischi, vantaggi e un paio di consigli basilari

Pubblicato: giugno 24, 2010 in social media

Correva l’anno 2008 e Barack Obama, candidato alle elezioni presidenziali americane, si muove in una direzione nuova rispetto alla campagnia elettorale: scoprendo i social network e, tra questi, principalmente Facebook. Molti esperti di media e comunicazione riassumono questa mossa con il paradigma yes we(b) can e chiamano Barack Obama il presidente.com. Il successo politico ma soprattutto quello economico (perché Obama grazie a Facebook raccoglie soldi, tanti, soldi), spingono moltissimi politici di tutto il mondo a guardare in maniera propositiva al mondo dei social media. Ecce web log ha riportato in auge la questione politica perché, a distanza di anni, molti giornali online, proprio oggi, 24 giugno 2010, dànno spazio alla nuova presenza di Silvio Berlusconi su Twitter.

Il cavaliere e internet hanno avuto un rapporto particolare, lui, intelligente, ne riconosce le potenzialità ma non poche volte ha dimostrato di non conoscerlo a fondo. Eppure ha deciso di sbarcare su Twitter, forse la più esigente tra le comunità presenti in rete, poiché se si vuole stare su Facebook uno può anche assumere una persona che scriva gli articoli al posto suo, ma il posto dove si cinguetta non tollera proprio bene gli alias e i porta voce. Qualora sentirete il bisogno, politici, di sbarcare su Twitter tenetela bene a mente questa cosa.

Per quanto riguarda Facebook vedo invece che molti politici hanno una pagina personale: ecco, questi politici hanno sbagliato tutto. Non basta per una personalità essere presente su fb, bisogna anche analizzare i dati relativi alle visite, un profilo personale non dà nessun modo di sapere chi, come, quando e perché ha visionato la nostra pagina. Statistiche e report possibili gratuitamente con il servizio insight ma, affidandosi a chi è più pratico del mondo dei social media si può essere anche più precisi integrando utilissime funzionalità di analisi tipicamente SEO. Chiudiamo sperando di aver fatto cosa gradita a chi ha letto questo articolo, non era nostra intenzione svelare i segreti del mondo dei social media, ma semplicemente dare un paio di consigli basilari per aiutare chi vuol essere presente con un po’ di storia di contorno che male non fa. Buona navigazione, naviganti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...